Risparmiare grazie al cambio merce pubblicitario

cambio-merce-pubblicitarioIl cambio merce pubblicitario è una incredibile opportunità per qualsiasi azienda italiana, di qualsivoglia dimensione. Attraverso questo semplice strumento è possibile dare vita ad un circolo virtuoso che permette di ricevere advertising pubblicitari in cambio delle merci invendute. In sostanza si tratta di una sorta di baratto, ed è proprio qeusto il significato del cambio merce pubblicitario, anche chiamato advertising bartering. Il sito www.shoppingtale.com si occupa esclusivamente di fornire un servizio pratico ed efficace di cambio merce pubblicitario. Una delle principali peculiarità dell’advertising bartering consiste nel fatto che le merci conferite in cambio di pubblicità non verranno immesse sul mercato tradizionale, ma sono rese disponibili esclusivamente ai dipendenti delle aziende coinvolte negli scambi, a prezzi spesso inferiori al 50%
del prezzo di listino di ogni singolo bene. si tratta quindi di un doppio vantaggio per le aziende, ancora più interessante in periodi di crisi o in caso di problemi di magazzino.

Come funziona il cambio merce pubblicitario

Sono moltissime le aziende cui capita di avere delle rimanenze in magazzino; spesso si tratta di prodotti dell’anno precedente, o anche di beni risultanti da un periodo con previsioni di vendita eccessivamente positive, smentite dalla realtà del flusso di merci. Spesso i risultati sono: una buona quantità di prodotti invenduti; carenza di liquidità; difficoltà a stipulare nuovi contratti o a trovare nuovi clienti; giacenze di prodotti che perdono di appetibilità per il mercato con il trascorrere del tempo. ShoppingTale si occupa proprio di queste situazioni, proponendo alle aziende coinvolte pubblicità in cambio della merce invenduta presente in magazzino. Il tutto avviene senza esborso di liquidità e senza che le merci entrino nei comuni canali di commercializzazione, cosa che inflazionerebbe il mercato e renderebbe poco appetibili i futuri prodotti dell’azienda co
involta.

Cosa fa ShoppingTale

Oltre a proporre l’advertising bartering ShoppingTale si occupa anche di ricollocare in modo adeguato le merci ottenute dallo scambio. Chiaramente non è possibile vendere in modo tradizionale i prodotti delle aziende che praticano l’advertising bartering. In genere le merci ottenute in questo modo vengono vendute nelle principali città italiane, in punti vendita fruibili solo a coloro che possiedono le credenziali per accedervi: particolari tessere o materiale simile. Purtroppo questo tipo di negozi sono strettamente legati al territorio e spesso il loro utilizzo è una vera e propria lotta all’utlimo sangue. ShoppingTale invece propone un e-commerce, dove vendei prodotti ottenuti tramite il cambio merce pubblicitario. Le uniche persone che possono accedere al negozio virtuale sono esclusivamente i dipendent
i delle aziende convenzionate, che ricevono speciali tessere per l’accesso.

Questo servizio viene fornito senza che l’azienda sia costretta a sborsare liquidi: lo scambio avviene proprio come l’antica forma commerciale del baratto, per cui ShoppingTale ritira la merce come pagamento della pubblicità fatta alle aziende convenzionate e, contemporaneamente, si occupa di ricollocarla online ai dipendenti delle aziende.

Un metodo inusuale ma comodo

L’utilizzo del web garantisce a ShoppingTale la possibilità di fornire a tutti i dipendenti delle aziende convenzionate l’accesso alla vetrina di beni e servizi disponibili grazie al cambio di merce pubblicitario. In questo modo non è necessario recarsi personalmente presso i negozi delle barter agency, che di solito si trovano in città molto ampie e spesso funzionano come temporary outlet. Sul sito di ShoppingTale è possibile cercare ogni giorno i prodotti che si intendono acquistare, con un accesso 24 ore su 24 e 7 giorni su 7: basta avere una connessione internet. In questo modo si hanno maggiori possibilità di ricollocare tutti i beni ed i servizi ritirati, con un vantaggio sia per ShoppingTale, sia per le aziende coinvolte. Non solo il cambio di merce pubblicitario è un vantaggio per le aziende, ma lo è anche per i dipendenti. Da un lato l’azienda riceve pubblicità in cambio di m
erce o servizi che non avrebbe saputo come collocare sul mercato, dall’altro può offrire ai suoi dipendenti la possibilità di acquistare i prodotti invenduti a prezzi fortemente scontati. Una tessera per l’accesso al sito di ShoppingTale diventa così un bonus molto interessante per moltissimi dipendenti, che potranno avere accesso anche a prodotti di tante altre aziende nelle medesime situazioni rispetto a quella con cui lavorano. Potranno così acquistare prodotti di altissima qualità, delle migliori marche, a prezzi impensabili in altri canali commerciali.”

Immagine: plusproduction.it

Guadagnare con la finanza

Le potenzialità della rete consentono a molti, se non a tutti, di cimentarsi in campi e settori prima sconosciuti. Grazie alle informazioni, alla possibilità di formarsi ed apprendere ora sono possibili tutta una serie di operazioni. Il web inoltre è fonte di danaro e lavoro: ciò è vero anche nel mondo della finanza, un comparto che è sì specialistico ma offre la possibilità di guadagnare. Sono sempre di più coloro che, stando a casa propria, decidono di investire in borsa. Allettante per la possibilità di facili introiti, la Borsa è tuttavia un mondo complesso che necessita di costante applicazione e studio. Ecco qualche consiglio per chi vuol intraprendere la strada degli investimenti in Borsa e guadagnare con la finanza.

  • Conoscere il funzionamento della Borsa. Il primo errore che si compie è quello di iniziare ad investire senza essere a conoscenza dei meccanismi che la regolano: bisogna infatti apprendere il motivo per cui le azioni scendono o salgono, e documentarsi per evitare improvvise e sensibili perdite.

Scegliere la strategia giusta tra:

  • Investire. Gli investimenti sono quelle operazioni che hanno come obiettivo quello di possedere azioni per molto tempo nel proprio portafogli. Si parla quindi di “investimenti a medio e lungo termine”, fermo restando che le azioni possono essere comprate o vendute in qualsiasi momento.
  • Speculare. Le speculazioni sono quelle manovre finanziarie finalizzate alla compravendita di azioni in un lasso piuttosto breve di tempo (dai pochi minuti alle ore). Giocando con attenzione – ed anche con un po’ di azzardo – è possibile guadagnare un bel gruzzoletto.

Inoltre vi sono alcuni dettagli da valutare: esistono delle commissioni di compravendita che possono essere anche piuttosto onerose; questi importi sono da valutare nel computo totale delle entrate e delle uscite. Inoltre non è possibile pensare di guadagnare investendo piccolissime somme di denaro. Quindi, prima di intraprendere delle operazioni è bene sapere di quanto si dispone. Infine, anche se è possibile investire con il proprio computer, soprattutto all’inizio è bene affidarsi ad un consulente finanziario in grado di supportare le prime operazioni.