Il mondo del lavoro: regole, sicurezza e tipologie di contratti

Il mondo del lavoro in Italia è regolamentato da una serie di norme e leggi che intervengono in tutti i suoi aspetti: dalla sicurezza alla contrattualistica fino all’intermediazione. Un pacchetto normativo complesso – secondo alcuni troppo burocratico – che nel corso degli ultimi anni subisce costanti interventi e modifiche. Ciò significa che avere un quadro esaustivo fissato nel tempo ha un’importanza relativa poiché gli interventi del Legislatore sono frequenti. Proviamo qui a dare qualche chiarimento e delle indicazioni sulle leggi che regolano il mondo del lavoro in Italia.

  • Ingresso. Chi ha appena finito il percorso di studi o i ragazzi che sono ancora impegnati nella formazione scolastica, hanno la necessità di avvicinarsi il prima possibile ad un mondo del lavoro che offre poche e selezionate offerte. L’obiettivo è quindi quello di formarsi in maniera specialistica, approfondendo un unico settore. Le norme consentono di avviare contratti che abbinino lavoro e formazione (contratti a valenza formativa) oppure collaborazioni di tirocinio o stage. Queste formule presentano molto spesso un limite di età entro il quale devono essere avviate e concluse.
  • Contrattualistica. Le tipologie di contratti di lavoro sono numerose. Oltre a quelle a valenza formativa di cui abbiamo appena parlato, vi sono quelli di riferiscono alla durata, che si caratterizzano per un orario ridotto o per il luogo di lavoro, e quelli di reinserimento. Si parla quindi di contratti a tempo indeterminato, determinato, a tempo pieno, parziale, ripartito, a chiamata, intermittente, a domicilio, telelavoro. In queste tipologie sono inclusi sia i lavori dipendenti che quelli indipendenti o autonomi.
  • Intermediazione e somministrazione. La difficoltà di trovare lavoro tramite canali “pubblici” (quello che una volta veniva chiamato collocamento) ha fatto nascere in Italia una serie di attori che operano da intermediari nel mondo del lavoro. Si tratta delle agenzie di lavoro, strutture che operano, generalmente per conto di aziende private, selezionando e scremando curricula prima di sottoporli all’azienda cliente. Si parla in questo caso di lavoro parasubordinato: le agenzie possono assumere direttamente il lavoratore oppure offrire servizi di consulenza al cliente.

Sicurezza. Tema scottante nel nostro Paese, la sicurezza sul lavoro è da sempre al centro dei dibattiti politici. L’elevato numero delle cosiddette “morti bianche” ha acuito il problema ed il Legislatore si è da sempre battuto per la difesa del lavoratore e per garantire l’accesso a servizi, rimborsi, cure. La situazione tuttavia allo stato attuale non è di gran lunga migliore rispetto agli anni scorsi: se da una parte la normativa e le leggi sono presenti, dall’altra sono disattese con conseguenze gravi per i lavoratori e per i costi sociali che gli infortuni comportano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>